Lavorare all’estero: tante opportunità per ogni profilo

Lavorare all’estero è una scelta a cui molti guardano nel momento in cui il mercato del lavoro in Italia non offre molte possibilità.

Lavorare all'estero

In genere è un’opportunità che in molti, giovani soprattutto, prendono in considerazione, sia per esperienze professionali sia per cambiare la propria vita, sperando in meglio.

Per lavorare all’estero però è necessario considerare alcuni fattori che differenziano il mercato del lavoro italiano da quello di altri paesi, soprattutto quelli europei.

Se vuoi andare all’estero, sappi che prima ti devi preparare e devi pensare bene dove stai andando. Lavorare all’estero richiede prima di tutto un’adeguata preparazione per non rischiare di fare grossi errori.

Seguici di seguito:

Prepara il tuo curriculum vitae e studia la lingua

Per lavorare all’estero, innanzitutto devi preparare per bene il tuo Curriculum Vitae in Inglese e la tua lettera di presentazione o cover letter. In essi dovrai sottolineare soprattutto le cosiddette hard skill, quindi titolo di studio ed esperienze lavorative pregresse. Fondamentale è anche possedere una conoscenza quantomeno fluente della lingua del Paese in cui ci si vuole trasferire ed in ogni caso almeno dell’inglese. Sappi però che in Germania richiederanno al 99% una conoscenza del tedesco approfondita, come in Francia, se non parli francese sarà molto dura.

Prima di cercare lavoro all’estero

Per prima cosa, devi avere bene in mente cosa vuoi fare e quale professione stai cercando. Ecco quali azioni ti consigliamo di intraprendere per trovare lavoro all’estero:

  • studiare il mercato e le aziende di riferimento per individuare dove sia appetibile il tuo profilo. Se hai già scelto dove andare, studia i trend di recruiting locali e magari rendi il tuo curriculum vitae creativo.
  • Studia il costo della vita nei paesi selezionati: sicuramente saprai che il costo della vita in Germania è molto diverso dal costo della vita in Francia, in Belgio o in Svizzera. Se non sai dove partire leggi tutti i nostri articoli per avere un’idea, ma giusto per darti una indicazione il costo della vita in Spagna e Portogallo è simile all’Italia, mentre nei paesi nordici quali Olanda, Danimarca e Svezia è quasi il doppio. Presta attenzione perché quando dovrai negoziare il tuo stipendio, questo sarà fondamentale.
  • Riallaccia i rapporti con la tua rete di contatti: ex colleghi o compagni di classe potrebbero darti ottime referenze o almeno indicazioni su cosa puoi aspettarti in una determinata area geografica.

Trovare lavoro all’estero

A questo punto non ti basta iniziare a cercare sui portali di seguito indicati il tuo prossimo lavoro oppure dare un’occhiata al nostro articolo “Come trovare lavoro”:

  • Stupendio: portale italiano per la ricerca in Italia ed all’estero di opportunità lavorative
  • Eures : portale europeo per la mobilità professionale
  • Jobborse (portale ufficiale tedesco della Bundesagentur für Arbeit)
  • Your First Eures Job (progetto legato a Eures e patrocinato, tra gli altri, dal Ministero del Lavoro) 

Alternativamente, leggi i nostri articoli dedicati su “Lavorare in

Non sai quanto può essere uno stipendio decente? Nessun problema, visita il sito di Stupendio dedicato agli stipendi.

Condividilo!

Facebook373
Instagram115