I benefici del Lavoro Agile

Ci chiedono spesso quali siano i benefici del Lavoro Agile, o “Smart Working” per l’Azienda. Vediamoli insieme

Il lavoro agile, o anche Smart Working, è un concetto astratto che rispecchia le necessità dei lavoratori attuali. Infatti, nel mondo del lavoro sta crescendo la ricerca di spazi di lavoro dinamici, flessibili e che facilitino le relazioni.

Cosa dicono gli studi

Le più recenti ricerche dell’Osservatorio Smart Working della School of Management del Politecnico di Milano mostra come si stia espandendo il lavoro agile come uno strumento essenziale per bilanciare la vita privata con il lavoro. In Italia, i numeri stanno crescendo di anno in anno con aumento di 300mila unità, 14%, rispetto al 2016 e del 60% rispetto al 2013 e molte aziende stanno approntando propri regolamenti interni per promuovere questa nuova modalità di lavoro.

I benefici del lavoro agile per l’azienda
i benefici del lavoro agile

Ci sono diversi benefici intrinsechi all’azienda per introdurre il concetto di “lavoro agile” o smart working. Il primo è che i lavoratori sono più soddisfatti del proprio impiego che garantisce maggiore flessibilità e migliore padronanza del proprio tempo. Il secondo è che un uso sagace dello strumento si traduce in un incremento della produttività pari al 15% per persona, con evidenti impatti in termini di performance organizzativa ed individuale.

In Italia, si è calcolato che questo porta a circa 13,7 miliardi di euro di fatturato in più. Tutto ciò si ottiene, però, solo se i lavoratori associano a questa modalità lavorativa la dovuta responsabilizzazione. Sarà compito delle Risorse Umane, controllare e mantenere alto il focus sugli obiettivi da raggiungere. Inoltre, da un punto di vista legato al Employer Branding, offrire questo tipo di benefit è una carta in più per attirare nuovi talenti.

Il terzo, meno visibile, ma altrettanto importante consiste nel risparmio economico. I dati mostrano che lo smart working porta a risparmiare circa il 30% sulla bolletta dell’energia elettrica, e dell’acqua. Ed eventualmente accontentarsi di uffici più piccoli.

Un esempio molto comune, e promosso da molte multinazionali in Italia, è permettere dai 3 ai 4 giorni alla settimana di lavoro agile. L’importante è garantire una qualsiasi postazione appropriata. Alcune aziende propongono un massimo annuale (es: 100 giorni lavorativi/anno), altre lasciano completa libertà. In entrambi i casi però promuovono le comunicazioni con tecnologie digitali (teleconferenze e videoconferenze).

Vuoi scoprire quale competitor offre lo smart working come benefit? Visita Stupendio, nella sezione dedicata alle companies

Condividilo!

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Facebook213
Instagram19