Contratto di lavoro: cosa è importante sapere

[Articolo aggiornato il 26 Gennaio 2022]

Cosa è il contratto di lavoro? Il contratto di lavoro (o lettera di impegno) è il documento legale che sancisce l’accordo tra lavoratore ed azienda.

Per accettare una offerta di lavoro, dovrete firmare un contratto di lavoro, che vi viene presentato dall’azienda.

Prima di accettare però, fate un po’ di ricerche sull’azienda. Che tipo di Employer (o datore di lavoro) è? Che benefit aziendali offre?

Se non hai negoziato, sei ancora in tempo! Non firmare il contratto di lavoro. Prima ricerca su Stupendio se ti offrono una Retribuzione Annua Lorda (RAL) giusta. Oppure i benefit aziendali standard.

Ti sei preparato, anche grazie a Stupendio, ma non sei ancora convinto.

Dopo tutto questo sforzo ti hanno finalmente mandato un documento di una pagina e con poche informazioni. Ecco, quella è la tua offerta di lavoro (o anche lettera di impegno).

So che vorresti firmarlo immediatamente e rispedirlo, ma aspetta!! Non farti prendere dall’euforia, quanto indicato di seguito ti metterà al riparo da eventuali brutte sorprese.

Contratto di lavoro

Cosa verificare prima di firmare il contratto di lavoro?

Di seguito delle informazioni importantissime che devi verificare sull’offerta prima di porre la tua firma:

  1. Nome dell’azienda che ti assume con P.IVA e/o Codice Fiscale: non vorresti mica scoprire che ti ha assunto un’altra azienda, rispetto a quella che ti ha fatto il colloquio. Anche la carta intestata è importante.
  2. Firma dell’azienda: il contratto di lavoro deve sempre essere firmato prima dall’azienda e poi dal lavoratore. Se l’azienda è seria, non farà giochetti sporchi. Diffidate da chi vi manda solo una bozza.
  3. Nome del firmatario scritto in stampatello e sua funzione: se non sai chi ha firmato il foglio da parte dell’azienda, non firmare, la persona deve essere chiaramente identificata con l’assunzione di tutte le responsabilità del caso.
  4. Posizione ricoperta, livello di inquadramento, identificativo del contratto nazionale del Lavoro (CCNL): queste informazioni sono fondamentali per capire come sarai inquadrato all’interno dell’azienda e identificare tue responsabilità
  5. Retribuzione Annua Lorda (RAL): nero su bianco quanto verrai pagato e per quanti mesi (alcuni CCNL pagano in 14 mesi altri in 13 mesi). Che cosa è la RAL? Leggi qui
  6. Bonus ed eventuali benefit negoziati: anche in questo caso è fondamentale che tutto sia tutto scritto, nero su bianco (bonus, buoni pasto, auto), alcuni datori di lavoro spesso si rimangiano le promesse fatte. Fidarsi è sicuramente una buona partenza, ma la certezza è data dal contratto di lavoro. Se ancora non hai negoziato il tuo pacchetto, dai un’occhiata ai migliori benefit aziendali.
  7. Ulteriori informazioni: ad esempio alcune aziende potrebbero non apprezzare che vi dedichiate al volontariato. Altre non amano gli sport pericolosi oppure potrebbero imporre una clausola di non concorrenza. Tutto ciò deve essere scritto sul contratto o su un allegato ad esso.

Cosa non fare prima di aver firmato il contratto?

Per prima cosa non devi dimetterti dal lavoro precedente. Se non hai firmato il contratto di lavoro con la nuova azienda, non hai alcuna sicurezza.

Secondo, non parlare coi colleghi. Potrebbero spifferare tutto al tuo capo. E se poi il contratto di lavoro non arrivasse?

Terzo, non dare per scontato nulla. Ricontrolla il preavviso minimo per legge. Oppure se hai clausole di non concorrenza.

Infine dai uno sguardo a Stupendio. Troverai qualche informazione in più sulla società che ti ha fatto l’offerta. Scoprirai i benefit più usati e gli stipendi.

Se a questo punto sei confidente, congratulazioni per il tuo nuovo lavoro!

Condividilo!

Facebook373
Instagram115