Tredicesima e Quattordicesima. Calcolo delle mensilità aggiuntive.

[Articolo aggiornato il 18 Settembre 2022]

La Tredicesima e Quattordicesima sono modalità di sostegno al reddito dei dipendenti (e dei pensionati). La 13esima e la 14esima sono erogate sotto forma di gratifica per il lavoro svolto durante l’anno. Esse sono chiamate mensilità aggiuntive.

Però la tredicesima e quattordicesima in realtà non sono in aggiunta al proprio reddito. Infatti essere sono parte integrante della Retribuzione Annua Lorda (RAL).

Rappresentano un sostegno ai consumi in due periodi dell’anno fondamentali per le attività commerciali.

Scopri che stipendio offrono le aziende

Quindi per avere una tredicesima e quattordicesima più alta, dovrete puntare ad una Retribuzione Annua Lorda (RAL) più alta.

Non avete idea di quanto pagano le aziende? Scoprilo su Stupendio. Non troverete solo gli stipendi, ma anche i benefit aziendali dei dipendenti. Insomma non è solo questione di tredicesima e quattordicesima. Potrete avere anche dell’altro.

Con il comparatore, potrete anche vedere le differenze tra aziende. Vi darà un’idea chiara di come le aziende si propongono. E come attraggono i talenti come voi.

tredicesima e quattordicesima

Tredicesima e Quattordicesima cosa sono?

La 13esima e 14esima, come detto, sono un sostegno al reddito. Sono parte della Retribuzione Annua Lorda (RAL).

13esima e 14esima quando vengono pagate?

La tredicesima è erogata nel periodo delle festività natalizie. E viene pagata tra il 10 ed il 24 di Dicembre.

La quattordicesima invece si eroga in estate. Di solito a Luglio. Sono tassate come un qualsiasi reddito.

Tredicesima e Quattordicesima in busta paga

Tredicesima mensilità

La tredicesima è una elargizione obbligatoria da parte del datore di lavoro ai propri dipendenti in occasione delle festività natalizie.

La definizione fornita dall’Inps è la seguente:

La tredicesima mensilità corrisponde a un dodicesimo dell’intera retribuzione annua. I datori di lavoro devono pagare la 13esima ai loro collaboratori familiari entro dicembre. In occasione delle festività natalizie. La tredicesima matura anche durante le assenze per malattia, infortunio sul lavoro e maternità. Nei limiti del periodo di conservazione del posto e per la parte non liquidata dagli enti preposti.

Il calcolo della tredicesima si effettua sulla base della RAL. E consiste in tutti quegli elementi retributivi che il lavoratore percepisce in modo non discontinuo.

Vi sono poi piccole differenze nel calcolo e nell’erogazione della tredicesima, gestite direttamente dai CCNL di categoria.

Quattordicesima mensilità

Passiamo ora all’altra mensilità aggiuntiva, la quattordicesima. Si tratta di una gratifica economica erogata, di solito, nel mese di luglio. A differenza della tredicesima, è prevista solo da alcuni CCNL, quindi non tutti possono goderne. Alcuni CCNL la sostituiscono con il premio feriale.

Tredicesima e quattordicesima. Come si calcolano?

Tredicesima

La tredicesima è corrisposta in concomitanza delle festività natalizie. Con piccole variazioni di qualche giorno e con una busta paga dedicata.

Equivale a 1/12 della retribuzione annua lorda. Ovvero ad una mensilità. Si calcola moltiplicando il numero di mesi lavorati dal dipendente per lo stipendio lordo ricevuto in busta paga, diviso 12. Ovvero i 12 mesi che compongono l’anno solare.

Ad esempio, per un lavoratore che percepisce un reddito lordo mensile di 1.200 €. Che ha prestato servizio per 9 mesi. Il calcolo della tredicesima sarà 1.200 € x 9 / 12 = 900 €.

Se la tredicesima presenta un importo più basso di quello che ti aspettavi ricordati che anche questa è soggetta alla tassazione vigente.

Questo vuol dire che si detraggono le ritenute fiscali, i contributi sociali e anticipazioni di ratei versati per l’INAIL. Inoltre non si conteggiano eventuali detrazioni per figli a carico o assegni familiari.

Ad esempio il CCNL metalmeccanici la descrive così:

L’azienda è tenuta a corrispondere per ciascun anno al lavoratore. In occasione della ricorrenza natalizia, una tredicesima mensilità di importo ragguagliato alla retribuzione globale di fatto. Per i lavoratori retribuiti a cottimo si farà riferimento al guadagno medio orario del mese precedente ragguagliato a 173 ore.

Quattordicesima

Le modalità di calcolo della quattordicesima, sono molto simili a quelli per la tredicesima.

Il calcolo della quattordicesima è frutto dalla considerazione di vari fattori. Tra cui la retribuzione lorda mensile percepita dal lavoratore. Ed i mesi di lavoro conseguiti.

Il calcolo matematico è quindi Stipendio lordo mensile x N° mesi lavorati / 12 mesi = 14esima.

Anche in questo caso, concorrono alla maturazione della gratifica le assenze per malattia, infortunio, congedo matrimoniale, festività e permessi.

La differenza sostanziale rispetto alla 13esima consiste nel calcolo dei 12 mesi. Infatti non viene effettuato sul normale anno solare (1 gennaio/ 31 dicembre), ma sul periodo che intercorre tra il 1 luglio e il 30 giugno.

Il pagamento avviene in base al CCNL, tra la seconda metà del mese di giugno e la prima metà di luglio.

Quali categorie hanno la 14esima?

I settori che beneficiano della quattordicesima sono i seguenti:

  • chimico
  • alimentare
  • autotrasporti e logistica
  • pulizie
  • terziario
  • commercio
  • turismo

Non beneficiano della quattordicesima, invece, gli stagisti, i collaboratori coordinati e continuativi e i lavoratori autonomi.

Tassazione della 13esima e 14esima

Infine è importante indicare che la 13esima e 14esima sono tassate come qualsiasi altra mensilità. Quindi seguendo le aliquote IRPEF.

Ora che sai cosa sono la Tredicesima e Quattordicesima in busta paga, controlla.

Ti è stato utile questo articolo? Se vuoi sapere quanto è lo stipendio giusto per te? Visita la sezione dedicata di Stupendio.

Condividilo!

Facebook447
Instagram159