Preparare il secondo colloquio

Sei appena stata richiamata dopo una prima intervista, ma adesso non sai come preparare il secondo colloquio?

Intanto ti facciamo i nostri complimenti! La buona notizia è che hai fatto una buona impressione nel primo colloquio di lavoro.

Cosa c’è di diverso questa volta e come conviene preparare il secondo colloquio?

Al primo colloquio vengono spesso verificate le competenze di base e il percorso formativo e lavorativo precedente.

Preparare il secondo colloquio

Vengono anche individuati gli aspetti della personalità del candidato che possono maggiormente interessare all’azienda per quel ruolo.

Nel secondo colloquio parlerai con persone differenti che tendenzialmente passeranno molto velocemente le domande sul percorso precedente ma vorranno informazioni sulle motivazioni, stile di lavoro, capacità ed esperienze specifiche che ti consentiranno di avere successo.

Verrà sicuramente spiegato nel dettaglio il lavoro per cui è stata aperta la posizione e potresti anche incontrare membri dell’organizzazione con cui lavorerai a stretto contatto.

Non perdere l’occasione per fare anche tu domande su eventuali dubbi riguardo a quel lavoro.

Come è strutturato?

Per preparare il secondo colloquio è bene che tu sappia che l’intervistatore avrà individuato alcuni punti deboli che ha visto nella prima fase.

Farà ulteriori domande in quel settore, se necessario esponendo anche apertamente i dubbi rispetto ad una tua assunzione per verificare insieme se siano fondati o meno.

Potrebbe anche essere chiesto di preparare qualcosa in anticipo e di presentarla, nulla di particolarmente complicato.

Prendila come un’ottima opportunità per mostrare le tue capacità e per verificare se quel tipo di lavoro può fare al caso tuo.

Come preparare il secondo colloquio di lavoro?

In generale prima di affrontare un colloquio è bene definire quali sono i tuoi obiettivi di carriera nei successivi 5 anni, non solo a livello contrattuale ma anche come aumento della propria esperienza e di crescita personale.

È probabile che cerchino qualcuno che entri a far parte del gruppo e che sia presente per un lungo periodo.

È sempre una buona idea prepararsi una risposta ed aggiungere dei dettagli, non dire semplicemente “voglio fare il dirigente”, ma dimostrare che hai pensato a quale tipo di lavoro o di persone vorresti gestire.

Con questa premessa abbiamo preparato 5 punti fondamentali per affrontare il colloquio al meglio

1. Analizzare il primo colloquio e gli elementi non trattati

Quali domande ti hanno fatto durante il primo colloquio? È importante averle in mente e ricordarsi le proprie risposte per essere coerenti durante il secondo colloquio di lavoro.

È utile anche stilare una lista di tutte quelle che invece non avete trattato per poter intavolare discussioni durante il secondo colloquio di lavoro.

2. Fare ricerche sulla azienda

Internet in questo è una miniera d’oro ma se necessario cerca un contatto diretto per una chiacchierata informale, è sempre utile approfondire alcuni aspetti dell’azienda grazie al feedback di un dipendente interno.

Se non sai da dove partire fai un salto su Stupendio.

3. Prepararsi per le domande sulle competenze

Fai tesoro delle competenze tecniche e delle soft skill acquisite e pensa a come presentarle al meglio a tutti i referenti che incontrerai.

Se hai occasione di certificare le competenze con attestati o con esempi di esperienza sul lavoro precedente è il momento giusto per sfruttarli!

4. Fare domande al termine del colloquio di lavoro

Se vuoi puoi anche preparare prima qualche domanda da porre nel caso i cui l’agitazione non ti aiuti a pensarne di migliori, fare domane alla fine del colloquio dimostrerà il vostro desiderio di diventare parte dell’azienda e sicuramente vi farà apparire motivati.

5. Chiedere quale sarà lo step successivo del processo

Se non ti fanno un’offerta o non ti viene indicato come si procederà nei passaggi successivi è sempre bene chiedere feedback sugli step del processo di selezione.

6. Cosa rispondere al “Perché dovremmo scegliere Lei?”

Concludiamo con una delle domande che spesso concludono il colloquio, una domanda che vi dà la possibilità di riassumere molto di ciò che avete preparato.

Si tratta di mostrare entusiasmo e di mostrare perché sei la persona che non può mancare.

Dopo il secondo colloquio, manda sempre una mail di ringraziamento. Trovi degli esempi nel nostro articolo dedicato “Email di ringraziamento”.

Ora hai tutto quello che ti occorre per preparare al meglio il secondo colloquio, ti facciamo i nostri migliori auguri!

Condividilo!

error

Enjoy this blog? Please spread the word :)

Facebook213
Instagram19