Lavorare in Intesa San Paolo. Stipendi, welfare e benefit

[Articolo aggiornato il 30 Giugno 2023]

[Articolo aggiornato il 30 Giugno 2023]

Come è lavorare in Intesa San Paolo? Ti stai chiedendo come sia lavorare per un’azienda italiana che opera nel settore bancario? Hai ricevuto una proposta per lavorare in Intesa San Paolo? Vuoi capire quale sia la qualità del lavoro? E quali stipendi pagano in Intesa San Paolo? Sei nel posto giusto.

Di seguito ti daremo una panoramica di come è lavorare in Intesa San Paolo. I suoi aspetti positivi e negativi. Gli stipendi in Intesa San Paolo. Potrai quindi valutare se lavorare in Intesa San Paolo fa per te o meno.

Come è lavorare in Intesa San Paolo?

Un primo consiglio che ci sentiamo di darti è dare un’occhiata a Stupendio. Nel sito ci sono tante info che potrebbero aiutarti. Puoi farti un’idea di come sia lavorare in Intesa San Paolo.

Inoltre è presente la scheda dedicata a Intesa San Paolo. Potrai trovare gli stipendi ed i fringe benefit che l’azienda offre ai propri dipendenti.

Poi, puoi anche comparare come è lavorare in Intesa San Paolo, rispetto ad altre aziende del settore.

Invece se vuoi trovare un nuovo lavoro, ti invitiamo a cercare su Stupendio.

Oppure leggi “Come trovare lavoro“ e “Stipendio medio in Italia”. Ti aiuteranno a farti un’idea di come e cosa cercare.

Lavorare in Intesa San Paolo

Stipendi in Intesa San Paolo

Gli stipendi in Intesa San Paolo sono allineati a quelli del settore. Anche i neoassunti hanno uno stipendio discreto. La paga è discreta. E l’azienda è molto grande. La RAL però non aumenterà molto negli anni. A meno di non far carriera. Cosa non semplice. Visita Stupendio per avere un’idea di quanto guadagna un bancario in Intesa San Paolo.

I dipendenti seguono il CCNL di riferimento. Il CCNL è bancari. La RAL ha una componente fissa e una variabile. Quest’ultima è collegata a obiettivi di performance fissati. Viene per lo più erogata in forma di welfare. O di fringe benefit non monetari. Il CCNL bancari è molto buono.

D’altronde il settore è enorme. Sono quasi 300.000 dipendenti nelle banche italiane.

La parte variabile è collegata ad obiettivi di performance. Che possono essere aziendali o individuali. Come detto le possibilità di carriera non sono molte. Soprattutto se state allo sportello. O siete consulenti. Lo stipendio medio in Intesa San Paolo è sotto i 35.000 € lordi l’anno. I consulenti sono pagati un po’ meno. A meno che non abbiano un parco clienti buono. In media sopra i direttori di filiale sono sopra i 60.000 € lordi all’anno. Mentre gli impiegati allo sportello, sono pagati sui 35.000€ lordi l’anno con indennità di cassa.

In Intesa San Paolo come detto è difficile fare carriera. A meno che non si cerchi qualcosa nel gruppo. O nelle banche collegate.

L’azienda ha un elevato numero di dipendenti. Ma, a seconda del periodo, i conti possono essere molto positivi. Quindi non mancheranno riconoscimenti per il lavoro svolto.

Lo stipendio di un impiegato in Intesa San Paolo

Un neo-assunto ha una Retribuzione Annua Lorda tra i 28.000 € – 38.000 € lordi l’anno. È possibile salire fino ai 49.000 € – 65.000 € lordi l’anno nel giro di 5-10 anni.

Le figure di responsabilità vanno invece dai 60.000 € lordi l’anno fino a superare i 150.000 € lordi per i Dirigenti.

La struttura della remunerazione del management è costituita da un pay mix bilanciato tra componente fissa e variabile. In termini di remunerazione, la parità di genere è un elemento in cui l’azienda sta investendo.

Cosa fa Intesa San Paolo?

Abbiamo parlato di come è lavorare in Intesa San Paolo. Ma cosa fa questa azienda in concreto?

Intesa San Paolo è un gruppo bancario di circa 21 miliardi di Euro. Ha la direzione e sede legale a Torino. Ed una sede secondaria importante a Milano. E’ la seconda banca più grossa di Italia. Quindi è una delle più importanti banche in Europa. E’ quotata a Milano.

Ed è presente con più di 1.000 uffici e filiali all’estero. Oltre ad avere investimenti un po’ ovunque.

Ad oggi ha oltre 100.000 dipendenti. Che coprono la quasi totalità del potenziale mercato italiano.

Dove lavorare in Intesa San Paolo?

Come detto, Intesa San Paolo ha sede a Torino. Dove è situata la Direzione generale. La società ha poi filiali dislocate su tutto il territorio. Per cui se desiderate entrare in banca avrete parecchie possibilità. Un po’ ovunque. Anche in cittadine più piccole ed isolate. Questo però non vi permetterà di fare grande carriera. Ma gestirete solo clienti locali e poco più.

Il turnover è elevato anche per la eterogeneità del personale. I giovani si alternano a persone vicine alla pensione. Quindi ci sono spazi dietro l’angolo. Sia che cerchiate un trasferimento interno. Sia che vogliate cambiare banca. Anche se siete al primo impiego.

Le sedi estere danno più opportunità di carriera.

Lavorare in Intesa San Paolo: Work-Life Balance

Intesa San Paolo è una delle più grandi aziende italiane. La banca numero 2. Anche se l’ambiente bancario non sia dei più stabili. In quanto è spesso oggetto di ristrutturazioni ed esuberi. Sempre se l’economia non va molto bene. Quindi può essere un po’ stressante in certi periodi. In genere però se siete negli sportelli. O gestite un buon parco clienti non avete problemi. Ed è molto tranquillo.

L’orario non è dei più flessibili. In quanto avrete a che fare con la clientela. Per cui difficile non dover entrare alle 8 ed uscire alle 16. Però certe dinamiche negli ultimi tempi stanno cambiando. All’interno delle filiali trovate un ambiente collaborativo. Invece in sede sarà invece più competitivo. Il posto di lavoro è sicuro. I sindacati sono potenti. La società va bene. Tranne che in momenti di crisi.

Questi fattori la rendono una soluzione perfetta se state cercando un’opportunità per sistemarvi. Un po’ meno se volete imparare qualcosa di nuovo. Come prima esperienza è una soluzione per acquisire competenze. Pur rimanendo in Italia.

A tal proposito ti consigliamo l’articolo sul costo della vita a Roma o vivere a Milano. Ti può dare un’idea di cosa occorra per vivere bene in queste città.

Lavorare in Intesa San Paolo: Welfare e fringe benefit

Il welfare aziendale è sugli standard del settore. Ed è molto sopra la media. L’azienda ha un pacchetto di benefici molto buoni. Il contratto prevede i buoni pasto ed una assicurazione sanitaria ottima. RBS Intesa.

Inoltre avrete tanti benefit aziendali. Anche solo sul mutuo o sui prestiti. L’azienda presenta numerosi servizi e sconti su attività locali e gruppi di acquisto.

L’azienda eroga inoltre premi collegati ai risultati. Che variano di anno in anno. E’ una azienda che va spesso molto bene.

In sostanza lavorare in Intesa San Paolo significa avere un buon stipendio. Rispetto alla media nazionale. Lavorare in una grande banca con una visione internazionale. Con benefit ed un welfare superiori alla media.

Infine vi consigliamo di visitare Stupendio per avere più informazioni su cosa voglia dire lavorare in Intesa San Paolo. E quale stipendio in Intesa San Paolo potreste ottenere.