Lavorare in Enel: Stipendi e Welfare

Come è lavorare in Enel? Avete ricevuto una proposta e volete capire gli stipendi in Enel? Stupendio è il posto giusto per voi.

Di seguito avrai una panoramica di come è lavorare in Enel. Troverai quello che ti serve per capire se lavorare in Enel fa per te.

Come è lavorare in Enel?

Il primo posto dove potresti guardare è Stupendio. Nel sito ci sono dati ed informazioni che potrebbero aiutarti a farti un’idea di come sia lavorare in Enel.

Li troverai di certo la scheda di Enel. Dove hai gli stipendi ed i benefit dati ai dipendenti.

Inoltre puoi anche Comparare come è lavorare in Enel, rispetto a lavorare in A2Alavorare in Sorgenia o in lavorare in Engie.

Invece se cerchi un nuovo lavoro, ti invitiamo a venire su Stupendio.

Se stai cercando un nuovo lavoro, ti invitiamo a cercare su Stupendio. Puoi anche dare un’occhiata ai nostri articoli “Come trovare lavoro“ e “Stipendio medio in Italia”. Ti aiuteranno a farti un’idea di come cercare lavoro.

Stipendi in Enel

Gli stipendi in Enel sono onesti. Tra i più alti del settore. Ma non meglio di altre aziende. Per i neoassunti è buono. Ma non ottimo. Ed è difficile entrare. Però in compenso sarete tanto rivendibili sul mercato. Anche se non siete dei commerciali. E se sarete nelle sales avrete tanto network. Oltre che molto di cui imparare. Chiaro che se lavorate al centralino, non è il massimo. Anche se ormai Enel ha dato a società esterne questa attività di basso valore.

Visita Stupendio per avere il dettaglio di quanto guadagna un dipendente Enel. E per scoprire quali Fringe Benefit ti offrono. Enel su questo è tra le migliori del settore.

Poi per Enel si lavora in tutta Italia ed all’estero. Con tanti tipi di lavoro. Alcuni anche molto belli. Lo Smart Working è accettato. Ma non per tutti. Anche perché potreste andare dal cliente spesso. O andare sulla rete. Gli uffici sono a Roma. Vista la natura del servizio Enel paga onesto ovunque. E’ presente anche in città più piccole. Però in alcune aree non è la più attiva.

La carriera non è rapida, anzi il contrario. E bloccata ed è difficile salire. Ma c’è tanta mobilità. Quindi opportunità. Un neo-assunto ha una RAL tra i 28.000 € – 38.000 € l’anno. Un impiegato in ufficio arriva ai 30.000 € – 40.000 € lordi l’anno. Mentre i quadri partono da 65.000 € lordi l’anno. I dirigenti superano di molto i 140.000 € lordi l’anno.

Tra le grandi società di utility è una di quelle che paga meglio. Molto meglio delle utilities locali, per esempio. La competizione però è alta. Ma come per tutte le altre, lo stipendio in Enel è collegato al business ed al ruolo.

Lavorare in Enel_Stipendi e welfare

Cosa fa Enel?

Abbiamo parlato di come è lavorare in Enel. Ma cosa fa?

Enel è la più grossa società elettrica d’Italia. Quotata alla Borsa di Milano. Opera nei settori ambiente ed energia. È attiva nella produzione, distribuzione e vendita di energia elettrica. Anche green. E’ la prima in Italia per capacità installata. Ed è una delle più grosse società al mondo.

Enel ha sede legale a Roma. E’ detenuta al 23,6% dal Ministero delle Finanze. In totale conta quasi 65.000 dipendenti. Sparsi in tutta Italia. Ed all’estero. Con lavori che vanno dall’operaio, al tecnico di impianto. Fino allo sviluppatore di sistemi energetici. Ha una età alta. I principali competitors in Italia sono A2A e Sorgenia. Oltre che Engie ed altre utilities locali.

Tanti vorrebbero entrare. Perché è una società solida. Oltre che quasi pubblica. Con una visione ampia ed al di fuori dell’Italia. Del resto ha una quota di mercato ampia.

Dove lavorare in Enel?

Enel in Italia ha sede a Roma. Ma è presente in tante città. Anche più piccole. Dove ha impianti. Uffici. Aree di supporto. Per cui avrete ampia scelta. La maggior parte dei dipendenti si trova a Roma. Molti a Milano. E una buona parte lavora da remoto.

Ha anche progetti attivi su tutto il territorio. Tanto all’estero. Infatti per fare carriera forse è meglio trovare qualcosa fuori.

Quindi se state cercando qualcosa che sia nelle città più piccole. Enel è quello che fa per voi. Inoltre offre tante vie per fare esperienza.

Se state volete lavorare in Enel, ecco il sito dove cercare quale posizione. Oppure venite su Stupendio.

Work-Life Balance in Enel

Come detto Enel è una grande società. E come in tutte le società il work-life balance dipende dal lavoro. Ed anche da voi. Inoltre, c’è da dire che c’è tanta differenza a seconda del lavoro che fate. E non si lavorerà tanto. Alla fine è mezza pubblica. C’è anche tanta politica. Quindi non sempre lavorare extra porta a fare carriera. Ma è una delle poche realtà dove sarete pagati non male. Inoltre con buoni benefit.

Lo smart working non è sempre possibile. Anzi, sono più i lavori che non possono usarlo. Vi deve piacere fare il consulente ed il business. Qui la mentalità è sul vendere servizi e contratti. E gestire una rete. O vendere progetti. Il denaro è il driver. Ma non estremo come in altre società. Ovvio che più clienti e sei visibile, più fai carriera.

L’ambiente è competitivo. Però vivibile. Si lavora ancora per obiettivi. Tranne certe funzioni. Quindi puoi uscire dall’ufficio alle 17.00. Anche i weekend sono tranquilli. Di rado o quasi mai capita di lavorare.

Però se avete un progetto con scadenza. Li si deve correre.

Enel ha un turnover più alto di A2A e Sorgenia. Ma non tra i più alti in Italia. Anche se non da molti sbocchi di crescita. Per questo i giovani vanno via dopo qualche anno.

Welfare e benefit in Enel

Il welfare aziendale è buono rispetto agli standard del settore. Uguale a tutte le altre. Ma meno del settore chimico. O di quello metalmeccanico.

Come detto ci sono problemi sullo smart working totale. D’altronde sarete a vendere o in impianto. Quindi non troppo in linea con altre industrie.

Vi offrono un contratto da dipendente. Quindi sarete inquadrati all’interno di un CCNL. In questo caso, dal 2022 quello elettrico. Nel caso avrete i buoni pasto. E tutto ciò che è previsto dal vostro CCNL. Non chiedono di aprire la partita IVA. Questo è ottimo. Quindi da apprezzare molto.

L’auto aziendale è merce rara. Solo per Manager. E Sales. Concetti ormai di aziende un po’ antiche. Non è simile ad altri settori. Come in Accenture o Microsoft. Non è garantita come in altre società. Avrete l’assicurazione sanitaria privata. Anche per i più senior è di buona qualità.

Qualche buona convenzione con i negozi. In alcuni casi la bolletta meno cara. E tanto su piattaforme di welfare. Quindi potreste avere delle buone offerte. Sia per buoni. Sia per servizi. Ad esempio asili nido. O corsi.

In sostanza lavorare in Enel significa avere uno stipendio onesto. In media. E con benefit uguali al settore. Anche se sono un po’ di più di quelli del settore. Insomma andate li per avere un buon stipendio. Ed un buon welfare. In una azienda solida. Quasi pubblica.

Se siete interessati a quali benefit aziendali potreste chiedere, date un’occhiata all’articolo.

Infine vi consigliamo di visitare Stupendio per avere più informazioni su cosa voglia dire lavorare in Enel. E quali stipendi paghino.