Lavorare in Fincantieri: stipendio, benefit e welfare

[Articolo aggiornato il 10 Dicembre 2023]

[Articolo aggiornato il 10 Dicembre 2023]

Come è lavorare in Fincantieri? Ti stai chiedendo come sia lavorare per un’azienda italiana operante nel settore della cantieristica navale? Hai ricevuto una proposta per lavorare in Fincantieri? Se vuoi capire quale sia la qualità del lavoro e degli stipendi in Fincantieri sei nel posto giusto.

Di seguito ti daremo una panoramica di come è lavorare in Fincantieri. I suoi aspetti positivi e negativi. Gli stipendi in Fincantieri. Potrai quindi valutare se lavorare in Fincantieri fa per te o meno.

Come è lavorare in Fincantieri?

Un primo consiglio che ci sentiamo di darti è dare un’occhiata a Stupendio. All’interno del sito ci sono tante informazioni che potrebbero aiutarti a farti un’idea di come sia lavorare in Fincantieri.

Sul sito è presente una scheda dedicata a Fincantieri. Potrai trovare gli stipendi ed i benefit che l’azienda offre ai propri dipendenti.

Inoltre, puoi anche comparare come è lavorare in Fincantieri, rispetto ad altre aziende del settore.

Invece se vuoi trovare un nuovo lavoro, ti invitiamo a cercare su Stupendio.

Oppure leggi “Come trovare lavoro“ e “Stipendio medio in Italia”. Ti aiuteranno a farti un’idea di come e cosa cercare.

Lavorare in Fincantieri stipendi e welfare

Chi è Fincantieri?

Fincantieri è uno dei più importanti cantiere navale al mondo. E’ leader a livello globale nella progettazione e costruzione di navi da crociera. Operatore di riferimento in tutti i settori della navalmeccanica ad alta tecnologia. Dalle navi per la Difesa all’offshore e navi speciali. Dai ferry ad alto valore aggiunto ai mega-yacht.

Nonché nelle riparazioni e trasformazioni navali. Nella produzione di sistemi e componenti per i settori meccanico ed elettrico. Nelle soluzioni di arredamento navale, nei sistemi elettronici e software.

Stipendi in Fincantieri

Gli stipendi in Fincantieri sono buoni. Anche per i neoassunti la paga è buona. Si può essere inseriti in un percorso di crescita che porta ad aumentare la RAL in pochi anni. Sempre però in base agli obbiettivi raggiunti. Visita Stupendio per avere un’idea di quanto guadagna un impiegato negli uffici in Fincantieri.

I dipendenti seguono il CCNL di riferimento. La RAL è costituita da una componente fissa e da una componente variabile. Questa collegata a obiettivi di performance fissati per lo più erogata in forma di welfare e di benefici non monetari.

La parte variabile è collegata ad obiettivi di performance di Gruppo e individuali. Non mancano le possibilità di carriera. Lo stipendio lordo medio in Fincantieri è pari a circa 36.636 € all’anno per un Ingegnere. E di circa 44.947 € all’anno per un Project Manager.

Il gruppo è in grado di offrire opportunità di carriera sia tramite trasferimenti nazionali e internazionali. Sia attraverso l’assegnazione di compiti a crescente complessità e responsabilità.

Paga attualmente un operaio circa il 20% in più della media nazionale dei metalmeccanici. Quindi un operaio dell’azienda guadagna circa 1.600 € netti al mese.

L’azienda ha un elevato numero di dipendenti ma, con le esigenze del periodo, non mancano i riconoscimenti per il lavoro svolto.

Un neo-assunto ha una Retribuzione Annua Lorda tra i 25.000 € – 30.000 € lordi l’anno. È possibile salire fino ai 35.000 € – 45.000 € lordi l’anno nel giro di 5-10 anni.

Le figure di responsabilità vanno invece dai 50.000 € lordi l’anno fino a superare i 100.000 € lordi per i Dirigenti.

La struttura della remunerazione del management è costituita da un pay mix bilanciato tra componente fissa e componente variabile. In termini di remunerazione, la parità di genere costituisce elemento imprescindibile nella gestione aziendale.

Cosa fa Fincantieri?

Il gruppo Fincantieri è uno dei più importanti gruppi mondiali nel settore della cantieristica navale.

La Fincantieri ha il 48% del mercato mondiale. Seguita dal gruppo Aker, il gruppo europeo principale concorrente di Fincantieri. La sua sede è a Trieste. In oltre 230 anni di attività ha costruito oltre settemila navi.

Conta più di 19.500 dipendenti. Di cui oltre 8.300 in Italia, 20 stabilimenti in 4 continenti, tra Europa, Americhe e Asia.

Fincantieri controlla anche numerose società in tutto il mondo. Fincantieri è al 71,6% proprietà di Fintecna, società a sua volta partecipata interamente da Cassa depositi e prestiti. Quindi è una società praticamente pubblica. Ciò ne consegue una sicurezza elevata.

Abbiamo parlato di come è lavorare in Fincantieri. Ma cosa fa questa azienda in concreto?

Fincantieri riveste un ruolo di punta nella costruzione delle navi.

Ne ha costruite più di 7.000. Fincantieri impiega 10.000 dipendenti in 18 stabilimenti in quattro continenti.

Dove lavorare in Fincantieri?

Fincantieri ha sede a Trieste. Dove è situata la Corporate con la Direzione generale del gruppo. La società ha una sede centrale anche a Roma.

Sono però spesso aperte posizioni per lavori in tutta Italia e in tutto il mondo. Le sedi dove trovare lavoro sono varie.

Per esempio i cantieri di Monfalcone (GO), Marghera (VE) e Sestri Ponente (GE) per le navi da crociera. Ancona, Palermo e Castellammare di Stabia (NA) per le navi da trasporto. I cantieri di Muggiano (La Spezia) e Riva Trigoso, frazione di Sestri Levante (GE) per le navi militari.

Incorpora anche le attività svolte da Fincantieri tramite Cetena con sede a Genova.

Lavorare in Fincantieri: Work-Life Balance

Fincantieri è una azienda che fa parte della vita delle città. Sebbene l’ambiente sia stimolante è anche stressante a causa della continua necessità di stare nelle tempistiche di commessa.

Il rispetto delle consegne impone ritmi più elevati quando si è in scadenza. Questo comporta riunioni in orari scomodi, come la mattina presto o la sera tardi o attività di cantiere con 2 o 3 turni.

Un vantaggio è però offerto dall’orario flessibile e da un ambiente collaborativo. Il personale è spesso giovane.

Questi fattori la rendono una soluzione perfetta se state cercando un’opportunità per fare la prima esperienza. E’ una soluzione per acquisire competenze pur rimanendo in città a misura d’uomo come Trieste, Napoli o Genova.

A tal proposito ti consigliamo l’articolo sul costo della vita a Genova. Ti può dare un’idea di cosa occorra per vivere bene in questa città.

Lavorare in Fincantieri: Welfare e benefit

Il welfare aziendale è allineato agli standard del settore. Ed è relativamente buono. L’azienda ha aperto allo smart working. L’ambiente in ufficio ha un suo peso. Svolgere da remoto tutte le attività sarebbe uno svantaggio sul lungo periodo. Il contratto prevede il servizio mensa.

L’azienda eroga inoltre un premio di produttività collegato ai risultati che varia di anno in anno.

La possibilità di effettuare trasferte vi darà qualche soldo in più a fine mese. Sempre a seconda del tipo di impiego e del tipo di trasferta effettuata.

Il contratto gode inoltre di una sua assicurazione sanitaria di cui potrete usufruire. Metasalute per i metalmeccanici. L’azienda presenta numerosi circoli dopolavoro che offrono servizi e sconti su attività locali e gruppi di acquisto.

Inoltre si sta mettendo a punto un sistema di asilo aziendale.

In sostanza lavorare in Fincantieri significa avere un buono stipendio. Lavorare in una grande realtà con una visione moderna e innovativa e in un contesto industriale.

Infine vi consigliamo di visitare Stupendio per avere più informazioni su cosa voglia dire lavorare in Fincantieri. E quale stipendio in Fincantieri potreste ottenere.